Tipologia di domande

Tipologia di domande

Con QuizFaber puoi creare le seguenti tipologie di domande:

Nota: Gli esempi contenuti in questa pagina sono tratti dal seguente quiz online: clicca qui per eseguirlo.

 

Domande a scelta multipla

Una domanda può avere più risposte possibili. Ciascuna risposta può essere corretta o errata, ma solo una risposta può essere quella corretta.
Di seguito un esempo di domanda a scelta multipla:

 

Domanda 1

 

Se sei interessato a creare domande con più di una risposta esatta, devi usare il tipo a "risposta multipla", come spiegato in seguito.

Domande a risposta multipla

Una domanda può avere più risposte possibili. Ciascuna risposta può essere corretta o errata (è ammesso che una domanda possa avere più risposte corrette ma non nessuna: deve esistere almeno una corretta).
Una domanda viene considerata risposta in maniera esatta se TUTTE le risposte segnalate come corrette vengono scelte dall'allievo (cliccando sulla casella di spunto accanto alla lettera corrispondente alla risposta) e NESSUNA delle risposte sbagliate.
Di conseguenza una domanda dove l'allievo scelga una risposta corretta ma dimentichi di scegliere un'altra ugualmente corretta (ammettendo che esistano solo due risposte corrette), tale domanda viene valutata negativamente (ovvero considerata come risposta in maniera errata).
Di seguito un esempio di domanda a risposta multipla:

 

 

Domanda 2

 

Domande a risposte vero o falso

La domanda è costituita da una dichiarazione (testo) iniziale che espone il contenuto della domanda ed è seguita da una serie di affermazioni ciascuna delle quali può essere vera o falsa.
In base alle scelte fatte dall'allievo durante lo svolgimento della prova, la domanda verrà valutata in modo proporzionale al numero di affermazioni di cui l'allievo avrà indovinato la veridicità o falsità.
A differenza di una domanda a risposta multipla del tipo corretto/sbagliato, dove una domanda o è valutata positivamente oppure negativamente, una domanda a risposte vero o falso potrà essere valutata come parzialmente corretta o errata (in pratica il rapporto tra il numero di affermazioni indovinate sul numero di affermazioni totali proposte rappresenta la percentuale di esattezza della risposta alla domanda: proprio tale numero concorrerrà alla creazione del voto finale).
Di seguito un esempio di domanda vero o falso:

Domanda 3

 

Domande a risposta aperta

E'il tipo di domanda alla quale l'allievo può rispondere liberamente, scrivendo la propria risposta. In particolare, nel quiz generato, una caselle di testo (vuota) appare sotto la domanda e l'allievo potrà digitare la sua risposta.
Ovviamente, essendo la valutazione soggettiva per ogni docente, tale tipo di domanda per sua natura sfugge dalla possibilità di una valutazione automatica.
Per questa ragione bisogna sempre tenere presente che il voto finale assegnato al termine di un quiz è il voto a meno delle domande con risposta aperta. Il docente potrà successivamente aggiustare il voto (su carta) includendo tale valutazione mancante.<BR>
Di seguito un esempio di domanda a risposta aperta:

 

Domanda 4

 

 

Domande con parole omesse

E' una domanda costituita da un testo preparato dal docente il quale sceglie le parole che dovranno essere omesse nel quiz. Al loro posto uno spazio vuoto (una casella di testo nella pagina html, uno spazio bianco su carta), dove l'allievo dovrà inserire la parola nascosta, oppure una lista con le possibili parole (di cui una sarà quella corretta) da proporre all'allievo.
La valutazione di questo tipo di domanda avviene "a percentuale" ovvero vengono conteggiate il numero di parole inserite correttamente dall'allievo rispetto al numero totale (il criterio di valutazione è lo stesso delle domande a risposta vero falso).
Naturalmente è possibile omettere non solo una sola parola ma un intero periodo, ciò tuttavia rende più complicato per l'allievo rispondere in quanto il sistema di riconoscimento automatico prevede che la parola o la frase omessa sia esattamente uguale a quella prevista del docente. Di conseguenza anche uno spazio aggiuntivo, una virgola, una coniugazione diversa del verbo o un semplice errore ortografico rispetto all'originale porterebbe ad una valutazione negativa.
Di seguito un esempio di domanda con parole omesse:

 

Domanda 5

 

Di seguito viene mostrato un altro esempio di domanda con parole omesse dove gli spazi vuoti sono sostituiti da una lista a discesa. In questo caso l'allievo sarà facilitato nella risposta in quanto potrà scegliere tra un insieme limitato di possibili parole:

 

Domanda 6

 

Domande ad associazione di parole

La domanda presenta due distinti gruppi di parole posizionati su due colonne. L'esaminando dovrà correlare ciascuna parola del primo gruppo con una del secondo.
Di seguito un esempio di domanda con associazione di parole:

 

Domanda 7